Libera In Un Mondo Diverso

Il sole sorge di nuovo
Un’altro giorno inizia
Dentro queste mura
Che sono diventate
La mia chiesa
La mia palestra
Il mio ristorante
Il mio cinema
La mia biblioteca

Trovo la libertà dentro di me
Lascio che anche questo giorno fluisca
Che sia come deve essere

Nella mia immaginazione
Vado in spazi aperti
Colgo fiori
Mi siedo sopra una roccia
Scruto l’orizzonte
Guardo il mare
Scrivo sulla sabbia
Parole di fede e di speranza
In attesa di un nuovo divenire

E poi…
Vedo una Farfalla
Che vola Libera
Libera in un mondo diverso

Annalisa Grova

 

C’ERA UNA VOLTA…

C’era una volta… 

È così che iniziano molte storie che ci hanno raccontato quando eravamo bambini. Fiabe che ci portavano messaggi e ci facevano sognare, fantasticare, ma che ci potevano anche far entrare in uno stato di paura e stare col fiato sospeso, fino alla fine… nell’incognito di ciò che sarebbe successo. Spesso i significati non erano chiari, erano nascosti e solo quando saremmo diventati grandi le avremmo comprese.

C’era una volta… Forse questa che stiamo vivendo ora è una di quelle fiabe, creata apposta per noi perché siamo ancora ‘piccoli’ e abbiamo bisogno di crescere. Forse, una volta ‘cresciuti’ e con un cuore nuovo la racconteremo ai nostri nipoti.

Forse… quando questo presente diventerà passato, ricordando i giorni in cui non ci si poteva abbracciare, abbracceremo con tutta la nostra anima per dare amore e non giusto per farlo. E, quando saremo in compagnia, o parte di una tavolata, parlando ci si guarderà negli occhi, onorando la preziosa presenza di chi è insieme a noi, anziché estraniarci e perderci in altri mondi con un cellulare in mano.

Forse… quando tutto questo sarà finito, utilizzeremo i social media in maniera costruttiva perché avremo imparato che possono essere preziosi quando sono usati nel modo giusto e come mezzo di supporto. Continueremo a sentirci uniti in una canzone unica cantata da balconi illuminati.

Forse… quando questi momenti che stiamo vivendo saranno solo un ricordo, porteremo gratitudine al fatto che la vita per noi è continuata e che in quel vivere abbiamo imparato a non dare niente per scontato e a comprendere le priorità.

Forse… quando tutto questo farà parte solo della storia, vivremo in un mondo dove c’è unione e non più separazione, ma supporto gli uni per gli altri. Onoreremo e rispetteremo la Terra perché nel sentire le sue urla abbiamo compreso la sua sofferenza e avremo capito che la sua salvezza e salute è determinante per il nostro stesso destino.

Forse… quando in futuro ricorderemo questi giorni, ci sentiremo diversi in un mondo diverso, alleggerito, rigenerato, risvegliato.

C’era una volta… La mia speranza è che questa storia che un giorno racconterò, possa essere letta nelle pagine di un libro scritto da tanti cuori, ricordando che la Vita è un bene prezioso, che niente va dato per scontato e che molte domande trovano risposta solo nell’Unione e nell’Amore.

Annalisa Grova

In Un’Oasi Di Silenzio

Che strana questa vita
La vita di questi giorni

Dove stiamo andando?
Che vita stiamo vivendo?

La Primavera è arrivata

In un'oasi di silenzio
Oltre le pareti di casa
Guardo il cielo
Tra le nuvole la luce del sole 
Rafforza la mia fede
I colori del mare
Li posso solo immaginare
La spiaggia dipinta
Di fiori appena sbocciati
La posso solo immaginare

Mi raccolgo in me stessa
In questo spazio e tempo infinito
Qua niente va pensato
O immaginato

Penetro il respiro
Il battito di ogni secondo
Comprendo che questa vita
È un dono prezioso
Che tutto viene e continua a venire
Che tutto va e continua ad andare

Durante questo tempo
In un'oasi di silenzio
Una nuova canzone prende forma
Le sue note di speranza
Vanno oltre cieli e oceani

Io sono qua
Vivo in questo tempio
E in questo vivere comprendo
E ancora accetto
L'impermanenza del tutto

La Primavera è arrivata
Poi...
Arriverà l'Estate

Annalisa Grova

IO DEVO SOLO STARE A CASA

 
Stiamo vivendo momenti unici, indimenticabili in tutte le loro sfaccettature. E li stiamo vivendo TUTTI INSIEME. Molte domande trovano risposte e tante altre forse non le troveranno mai.
Perché tutto questo? Quali sono le lezioni da imparare individualmente e come comunità?
 
Nel momento in cui il tutto è iniziato mi sono proposta di stare presente, vivere il momento, un secondo dopo l’altro, riempendo le ore con attività che lasceranno ricordi di quel giorno… anche se solo per me.
Si, ascolto le notizie senza però farmi prendere dalla paura. La paura per me è proprio come un potente virus, può infettare e far star male, portare malattia e infettare altri. La paura prende le nostre energie per farci vivere nel passato e nel futuro invece che nel  presente.
Sta quindi a me, dal momento in cui la giornata inizia, scegliere come voglio vivere i secondi, i minuti, le ore… Faccio di tutto per stare radicata e allineata, accettare e avere fede. Non scelgo la paura ma il momento presente per pregare e mandare tanta Luce a chi in questo periodo soffre davvero, a chi è in prima linea, a tutti quelli che stanno prestando servizio in modi diversi, a quelli che conosco e che non conosco, a chi ci sta dando lezioni di Amore.
 
IO DEVO SOLO STARE A CASA 
 
Mi ritengo fortunata anche se non posso andare a fare una passeggiata e vedere il mio mare… i miei tramonti. Anche se non posso abbracciare i miei amici.
L’abbraccio… forse tante volte l’abbiamo dato per scontato e ora invece ci rendiamo conto di quanto sia prezioso. Il contatto umano, la vicinanza, il supporto morale. Sono grandi doni. Eppure in questo periodo tanti soffrono davvero. Non sono privilegiati, così come siamo stati noi. Loro non possono star insieme ai propri cari e assisterli mentre li lasciano per il loro viaggio verso la Luce. Sono veramente vicina a chi in questo momento soffre… soffre davvero… per questo.
 
IO DEVO SOLO STARE A CASA
 
Penso alla nostra Terra, alla Creazione, alla Primavera…
È Rinascita.
Un nuovo ciclo sta iniziando. Una nuova era sta fiorendo e stavolta sotto cieli più limpidi e alla vista di mari che stanno vibrando di gioia insieme ai delfini.
Certamente tanto cambierà. Lo spero. Certamente ci saranno ancora tante albe a tanti tramonti, tante domande che troveranno risposta e tante altre che le troveranno in chissà quali mari e cieli. Non so cosa verrà. Certamente mai, prima di ora, abbiamo vissuto una situazione simile, TUTTI INSIEME.
Ancora mi chiedo. Perché tutto questo?
E’ forse questa una opportunità per risvegliarci… fermarci… iniziare a guardare con occhi diversi noi stessi e gli altri, la Terra? Forse dobbiamo capire cosa è importante davvero? 
E’ forse questa una opportunità per evolvere, per comprendere, per crescere, per iniziare veramente a Vivere e, soprattutto per AMARE?
 
Annalisa Grova

Un Nuovo Inizio

 

È un nuovo ciclo

Un nuovo inizio

 

Radicata

Allineata

Grata

 

Il Sole splende

Oggi

Nel mio cuore

Nella mia anima

 

Sfoglio le pagine

I giorni, le ore, i minuti…

I secondi

 

Posso grattare il cielo

Adesso

Volare oltre l’orizzonte

Espandere

In quello che è stato

In quello che è

 

È un nuovo anno

Un nuovo inizio

 

Finalmente oggi posso scrivere queste parole. Le scrivo e nel rileggerle espando in esse… in Fede. La mia preghiera è che questo stato d’animo in cui sono ora si mantenga… davanti a eventuali nuove sofferenze, davanti ad altre nuove gioie.

Si, perché questa è la Vita.

Va penetrata in ogni suo momento, in presenza, senza illusioni di ciò che sarà.

Va accettata la sua impermanenza.

Va vissuta in Amore per noi stessi e per gli altri. Si, perché l’Amore vince il buio, la sofferenza, la mancanza di qualcosa o di qualcuno e da loro stessi rinasce e vive rafforzato.

Amare… oltre giudizi e pregiudizi… oltre l’ego.

Avere Fede… oltre emozioni e pensieri… oltre il loro stesso finito.

Vivere…

Allineati in tutti i mondi che conteniamo e che ci contengono.

Perfetti nella nostra imperfezione.

Un Nuovo Inizio

 

Annalisa

Questo Silenzio…

Penetro questo silenzio
quasi assordante
nella sua assenza di rumori

In un cielo rosato
ricamato di ginepro
il sole tramonta

Non domando
non chiedo risposta

Mi abbraccia questo silenzio

Sto immobile
senza un battito di ciglio
senza nemmeno un sorriso
sospendo il respiro

Anche il cuore
quasi non batte più
per non interrompere questo silenzio…
questo incantesimo
questo momento che sa di eterno

Senza parole…

Questo silenzio…

Annalisa


 

Oltre Queste Mura

 

Oltre queste mura
penetro spazi e tempi
Vado oltre il mio essere
Oltre ciò che questi miei occhi vedono
Oltre ciò che questo mio corpo sente

Tra un pensiero e l’atro
la mente smette di pensare
Tra un battito e l’altro
il cuore smette di battere
Nel silenzio della mia anima
trovo sollievo

Viaggio nell’infinito
là dove non ci sono attese
là dove non ci sono desideri
là dove non ci sono albe o tramonti

Viaggio oltre le parole
oltre il cielo e il mare
Vado oltre la mia anima
Oltre ciò che è leggero o pesante
Oltre ciò che è luce o buio

E mi dileguo nel nulla
o forse mi ritrovo nel Tutto…

Annalisa

Oltre Il Finito…

Oltre il finito 

viaggio nell’infinito

Con gli acquarelli del mio cuore

raggiungo le nuvole e dipingo il cielo

Scopro la notte e disegno le stelle

Entro nel mare e trovo il sole appena tramontato

Penetro la terra e vedo

ciò che è ancora nascosto

nelle storie antiche di giganti e fate

Oltre il finito

sento l’infinito

lo spirito di ciò che è

E dipingo, 

continuo a dipingere

con i colori della mia anima

Annalisa

 

Insieme Al Vento Lascio Andare Il Passato

Insieme al vento lascio andare le mie paure

Lascio andare i miei dubbi

 

Alla luce di una nuova alba

Accetto i suoi giorni pieni di sole

E quelli pieni di nuvole che portano uragani

 

Accetto questa vita

Nell’armonia del silenzio

Nella fermezza della quiete

Nei giochi di equilibrio richiesti per surfare le onde più alte

 

Accetto di cascare e nella caduta di imparare

Allenando i muscoli della mia anima e quelli del mio cuore

 

Accetto di Vivere

Solo di Vivere

Momento per momento

Entrando il tempo che esiste tra un respiro e l’altro

Entrando quello spazio che va oltre il tempo

 

Insieme al vento lascio andare il passato 

Lascio andare il futuro

 

Alla luce di un nuovo tramonto

Accetto questa vita

Accetto di Vivere

Solo di Vivere

Annalisa

Diventiamo ‘Porosi’ Alla Vita

Le onde di Vita scorrono su di noi.

Abbandoniamoci ad esse senza resistere.

Godiamo dei mari calmi ma impariamo anche a ‘surfare’ con maestria le onde alte.

Accettiamo che le correnti abbiano diverse intensità.

L’importante è avere fede e comprendere che se diventiamo ‘porosi’ alla Vita. 

Tutto va e viene… come le onde.

Perciò apriamoci a Ricevere e Dare.

Viviamo facendoci permeare dal ‘profumo’ del Mare.

Annalisa